Con la motosega elettrica è più semplice curare il tuo giardino


Persino tra i professionisti del settore c’è ancora chi non crede che una motosega elettrica possa eguagliare le prestazioni di una classica motosega a motore. In realtà gli ultimi anni hanno visto uno straordinario passo in avanti nelle tecnologie applicate al settore delle motoseghe, con l’invenzione e l’immissione sul mercato di modelli di motosega elettrica altamente performanti, realizzati con materiali d’eccellezna e con funzioni di altissima qualità. La motosega elettrica ha aperto il mercato a tutto un nuovo target di appassionati che desiderano prendersi cura del proprio giardino o praticare i loro hobby utilizzando un’attrezzatura di qualità ma di tipo semi professionale. Un insieme di strumenti e attrezzature dunque, che unisca una resa superiore ad una minima necessità di manutenzione. Le motoseghe elettriche di oggi infatti, possono ottenere risultati del tutto identici alle motoseghe classiche, ma hanno il vantaggio straordinario di essere leggere, ergonomiche, e di non richiedere preparazioni particolari.

Differenze tra motosega elettrica e motosega a carburante.

Il motore a scoppio della motosega classica a carburante necessita una miscela preparata in precedenza, produce gran rumore e fastidiosi fumi di scarico, è difficilmente manovrabile e necessita un minimo d’esperienza per essere usata in modo sicuro. La motosega elettrica invece si rivela estremamente maneggevole, più stabile e pratica, e non prevede l’utilizzo di alcuna miscela. Inoltre non emette fumi di alcun tipo. Chi, per motivi di praticità ha già cambiato la sua motosega a scoppio per una motosega elettrica, sa bene che questa va scelta in base alla potenza necessaria per la tipologia di lavoro che si andrà ad effettuare. Per esempio per un uso hobbistico o per la manutenzione del giardino e del legname, una potenza di 2 Kw è più che sufficiente , e corrisponde a una cilindrata di motore a scoppio tra i 25, 40 cm3.
La motosega elettrica, detta anche elettrosega, è adattissima per lavori da piccola a media entità, per un uso non prolungato: l’autonomia della batteria è discreta, ma ovviamente non adatta a un uso professionale.

Tipologie di motosega elettrica

Esistono in commercio diversi modelli e diverse tipologie di motosega elettrica, a partire da quelle più moderne a batteria fino ad arrivare a quelle tradizionali collegate alla presa tramite un cavo. Non esiste un modello che sia in assoluto il migliore. Tutto dipende, infatti, dall’utilizzo che se ne programma. Per operazioni si sfoltimento e potatura di alberi in un frutteto, per esempio, un modello a batteria, compatto, dalle dimensioni ridotte e facilmente maneggevole, si dimostrerà sicuramente più comodo da gestire e più performante di un modello che necessita il collegamento alla presa. Invece, per contro, un lavoro che va svolto per diverse ore, in prossimità della casa o di prese dell’energia elettrica, può essere svolto in odo ottimale da una motosega a cavo. La motosega elettrica può essere di dimensioni piccole, medie o grandi, più o meno compatta ed ergonomica, e ciascuno può scegliere il modello che gli è più compatibile, sempre tenendo a mente la propria corporatura e la propria capacità di sostenerla, nonostante la motosega elettrica sia molto contenuta per quanto riguarda le vibrazioni e l’impatto sul fisico rispetto a quella col motore a scoppio.

Scegliere la motosega elettrica adatta

Come abbiamo visto, la motosega elettrica rende molto più semplici le operazioni di cura del giardino, e permette anche a chi non vanta una grande esperienza di ottenere un giardino ben curato e in ordine. La scelta della motosega elettrica è una decisione importante, che va ponderata a lungo e basata non solo sul prezzo ma anche sulle reali esigenze. É consigliabile avere una panoramica dei modelli e delle opzioni più interessanti prima di procedere all’acquisto, e per fare questo è sufficiente recarsi presso ipermercati del brico o negozi ben forniti e chiedere la personale preparato: una volta spiegate le esigenze e le preferenze, i professionisti saranno in grado di consigliare la scelta migliore. I modelli coprono tutte le fasce di prezzo, ma è sempre doveroso pensare che la buona durata di un attrezzo e la sicurezza dipendono dalla sua qualità: è necessario quindi accertarsi di tutte le dovute certificazioni, e non fermarsi alla prima buona offerta che capita a tiro. Le motoseghe elettriche, esattamente come quelle a motore, infatti, sono attrezzi seri e potenzialmente rischiosi, e devono essere di qualità impeccabile e sicure

Post Author: admin5726

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *