Anche Novoli segue le normative per i pavimenti antitrauma

L’Italia si rinnova, alla luce delle recenti normative non solo italiane bensì europee che prevedono la presenza obbligatoria di pavimentazioni antitrauma ed antishock all’interno di tutte le aree frequentate dai bambini o dove aumentano le probabilità di subire traumi dovuti ad incidenti e cadute.

Ovviamente aumentano le possibilità di inciampare laddove vengono installati dei giochi o delle aree dove si debba correre e giocare: seguendo alla lettera le normative, persino Novoli, purtroppo uno degli ultimi comuni ad aver applicato il nuovo regolamento europeo, ha stanziato dei fondi per la ristrutturazione e la creazione di nuove aree più sicure.

L’amministrazione di Novoli, comune di 8000 abitanti in provincia di Lecce, ovvero in Puglia, ha stanziato ben 100mila euro per la creazione di nuove aree interamente dedicate ai più piccoli ed anche per la loro sicurezza.

Verranno infatti allestite ben tre aree verdi del tutto nuove, ed altre cinque in cui verrà effettuata la ristrutturazione: sono in arrivo non solo nuovi giochi per bambini, aree un po’ più verdi ideate in base ai principi ecologici che stanno molto a cuore all’amministrazione di Novoli, ma anche e soprattutto per garantire la sicurezza dei giovanissimi grazie all’installazione di pavimentazioni antishock anche installate secondo criteri ecologici per mantenere intatto l’ambiente.

Alessia Bettini, l’assessore all’ambiente del ridente comune di Novoli, ha espresso il suo parere assolutamente positivo per quanto riguarda i pavimenti antishock che verranno installati in queste aree per le quali, come detto, verranno spesi 100mila euroIl nostro comune obiettivo è terminare entro i primi giorni di agosto, con largo anticipo rispetto ai 120 giorni previsti dal contratto, i lavori di ristrutturazione presso le aree verdi incluse nel progetto. Restituiremo la piena agibilità di queste aree verdi – ha precisato l’assessore Bettini – lo avevamo detto quando, lo scorso inverno, siamo venuti con il sindaco Nardella a fare un sopralluogo. E adesso manteniamo la promessa, permettendo ai residenti di riappropriarsi di una parte importante del loro patrimonio verde, simbolo della nostra Novoli».

Da parte di tutti è doveroso precisare che sebbene si attendesse (come lamentano alcuni)

quest’avvenimento dallo scorso inverno, per un piccolo ma grande comune come Novoli oltre 100mila euro investiti anche per i pavimenti antitrauma sono tanti, ed è più che mai simbolico l’impegno legato alle normative europee e italiane per quanto concerne la sicurezza dei più piccoli ma anche dei più grandi. E se si presta attenzione all’ambientalismo, tutto diventa anche più compreso dai cittadini.

Post Author: admin5726

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *